Slow Food cinematografo lancia “Retrogusto” Fino al 3 marzo 2014 a Lanciano

8-film-otto-piatti-e-otto-vini-torna-retrogus-L-3cUkeY

Raccontare il cinema attraverso il cibo. E’ questa l’idea di Slow Food Lanciano, che dal 13 gennaio fino al 3 marzo, si fa promotore di Retrogusto: una rassegna cinematografica che alla proiezione di film d’autore presso il celebre teatro Fenaroli, alterna deliziose degustazioni a cura di rinomati ristoranti dell’Abruzzo, nella vicina ex Casa di Conversazione.

La Torre di Lanciano, l’Agriturismo Caniloro di Lanciano, l’Aquolina di Castel Frentano, l’Osteria da Peppone di Castel Frentano, la Trattoria Adriatica di San Vito Marina (Ch), l’Osteria La Patria di Lanciano, il ristorante Zappacosta di Piane D’Archi (Ch) e l’ Associazione  Custode della tradizione di Villa Santa Maria (Ch), offriranno infatti i loro piatti più celebri e altrettanti vini delle cantine del territorio. A fare da sottofondo, otto pellicole di importanti autori del cinema itaTOTO-miseria-e-nobilta liano e internazionale, scelti appositamente dall’organizzazione per stimolare una discussione su cibo, tutela ambientale e biodiversità.

Dopo la proiezione di Chef per la regia di Daniel Cohen, seguiranno Le mani sulla città di Francesco Rosi, La cuoca del presidente di  Christian Vincent, Slow Food Story di Stefano Sardo, Donna Flor e i suoi due mariti di Bruno Barreto, God save the green di Michele Mellara e Alessandro Rossi, e Mozzarella stories di Edoardo De Angelis. Chiude lunedì 3 marzo L’economia della felicità di Helena Norberg-Hodge, un documentario sulla crisi economica, ambientale e sociale che il paese ancora oggi si ritrova a dover affrontare giorno per giorno.