Massimo Bottura sbarca a Torino e apre un nuovo Refettorio Lo chef modenese esporta il suo progetto di ristorante solidale. La sede in un quartiere periferico

CM COMUNICAZIONE | Massimo Bottura sbarca a Torino e apre un nuovo Refettorio

Massimo Bottura sbarca a Torino. Lo chef dell’Osteria Francescana di Modena, 3 stelle Michelin e secondo ristorante al mondo nel 2017 per  “50 Best Restaurants” dopo essere stato primo nel 2016 avrebbe già trovato la location adatta, in un quartiere periferico della città interessato a un piano complessivo di riqualificazione. Quello di Bottura non sarà però un vero e proprio ristorante, o un bistrot gastronomico, ma farà parte della rete dei Refettori solidali che lo chef modenese ha già aperto in altre città da Milano a Rio de Janeiro durante le Olimpiadi, da Modena a Londra.
Solo pochi giorni fa Bottura era stato premiato a New York con il Sustainability Forward Award, nato per sottolineare l’impegno dei cuochi che hanno la capacità di guardare oltre il lavoro quotidiano e preoccuparsi anche del futuro. La cerimonia si era svolta nell’ambito dei GGA, i Global Gastronomy Awardsorganizzati dalla svedese White Guide, che in dieci anni ha premiato alcuni dei più celebri e creativi cuochi del mondo, a partire da Ferran Adrià nel 2007.

Continua su www.repubblica.it/sapori

(Fonte: repubblica.it)