IL TASTE DI FIRENZE, TRA TRADIZIONE ED ECCELLENZA ITALIANA

Si è concluso ieri il Taste di Firenze, la fiera enogastronomica in programma presso la Stazione Leopolda e giunta alla undicesima edizione. taste1Anche quest’anno molti i turisti, i curiosi, gli appassionati e gli operatori del settore che hanno raggiunto la manifestazione per poter gustare i prodotti di aziende grandi e piccole che gli organizzatori hanno selezionato con cura nei mesi precedenti. Quest’anno gli espositori del Taste erano 360: tutte realtà che cercano di tenere alto il valore e l’eccellenza del Made in Italy.

La ricerca costante di qualità premia ormai il Taste che ogni anno si conferma un successo di critica e pubblico. Anche questa undicesima edizione, infatti, ha registrato un considerevole numero di presenze: circa 15.500 ingressi, a fronte dei 14.000 del 2015. La location fiorentina, inoltre, è stata letteralmente presa d’assalto dai turisti stranieri che nella tre giorni della Leopolda hanno fatto registrare un +75% rispetto allo scorso anno. In particolare, oltre agli italiani, l’XI edizione della fiera ha visto partecipare soprattutto visitatori britannici, americani, francesi, tedeschi, giapponesi, svizzeri, spagnoli e russi.

Tra i numerosi partecipanti alla manifestazione gastronomica più golosa degli ultimi mesi, anche tre eccellenze particolari e gustose. Tartuflanghe ha portato a Firenze le sue numerose specialità che, tra tecnologia e innovazione, sfruttano tutte le potenzialità del tubero tipico di Alba e del suo territorio. Quella avviata dall’azienda piemontese è una vera e propria ricerca di soluzioni deliziose e altamente all’avanguardia, come il Perlage di Tartufo o le Truffle Chips.

Bodrato Cioccolato, è anch’essa un’azienda piemontese che da anni tratta il cioccolato con amore e passione. I visitatori del Taste, tra Boeri e Cremini, Gianduiotti e Nocciolati, hanno fatto il pieno della dolcezza e della tradizione del marchio.

Presente alla fiera anche l’eccellenza del caviale italiano Calvisius Caviar, da anni orgoglio del Made in Italy a livello internazionale. Gli storioni vengono allevati nelle vasche di Calvisano, in provincia di Brescia, e il suo caviale di altissima qualità è un prodotto curato nei minimi dettagli. Il brand, infatti, unisce ad una lunga e onorata tradizione artigianale italiana, un approccio altamente sostenibile.

Il marchio è molto conosciuto oltre confine al punto da essere scelto dai più prestigiosi ed esclusivi ristoranti in tutto il mondo.

Credit IlForchettiere.it