Aria di Alba® Il tartufo italiano in tour per il mondo grazie a Tartuflanghe. Prima tappa: Hong Kong.

CM COMUNICAZIONE | Aria di Alba®

In partenza ad ottobre Aria di Alba®, il nuovo progetto culinario di alta gastronomia ideato e organizzato dalla nota azienda di Alba Tartuflanghe, che ha deciso di accompagnare ogni anno i propri tartufi selezionati in un tour internazionale che farà tappa in diversi ristoranti di alto livello:  affermati cuochi italiani, insieme allo chef del ristorante ospitante, proporranno ogni volta nuovi piatti a base di tartufo. Questa straordinaria iniziativa permetterà a tutti gli appassionati gourmet che non hanno mai incontrato il prezioso tubero, di degustarlo sia nella sua forma più tradizionale che nei modi più innovativi grazie alle sue nuove declinazioni in cucina. La prima tappa coinvolgerà le città di Hong Kong e Macau, dal 23 al 26 ottobre.

Le cene attualmente in programma coinvolgeranno mercoledì 23 ottobre, il Gaia Restaurant e il suo Chef Paolo Monti, originario di Roma, uno tra i più popolari di Hong Kong. La precedente esperienza californiana ha arricchito la sua cucina italiana con vibranti tocchi cosmopoliti e la location è tra le più glamour della città, progettata dal designer Hugh Zimmern.

Venerdì 25 ottobre è il turno del talentuoso e premiatissimo Laurent Varachaud, Executive Chef presso l’Aberdeen Marina Club, l’esclusivo e lussuoso club privato realizzato dal celebre studio di design giapponese Super Potato.

Sabato 26 ottobre, Aria di Alba® si sposta al Ristorante Aurora, a Macau. Grazie al suo tocco italiano, lo Chef Michele dell’Aquila regalerà ai propri ospiti una cena di indimenticabile eleganza, tra tradizioni mediterranee e le diverse suggestioni del tartufo. Ad Hong Kong, i cuochi italiani ambasciatori del tartufo sono tre giovani promesse del nostro paese: Giuseppe Iannotti del Krésios (Benevento), Christian Milone della Trattoria Zappatori (Pinerolo) ed Eugenio Boer. I tre cuochi, già conosciuti e apprezzati dalla critica gastronomica internazionale, hanno già lavorato insieme in numerosi eventi come il Festival Collisioni 2013, a Barolo. Tra guizzi inventivi e personalissime divagazioni, gli chef daranno vita ad un concerto di sapori in grado di diffondere un po’ di aria di Alba nel lontano oriente.